Alleth & Alessandro

Quando siamo stati contattai dagli Sposi, sia Alessandro che Alleth sono stati subito disponibili e ci hanno dato carta bianca.

La cosa che ci ha colpito in particolar modo è stata la semplicità di entrambi, .

25 Aprile , giorno italiano per eccellenza , le strade la mattino presto  , praticamente deserte .

niente di più facile per arrivare in anticipo a casa della Sposa.

Puntualità , uno dei nostri punti cruciali.

Per fortuna, perché in viaggio per la Città Toscana ( Livorno ) viale deserto senza foschia, senza rumori e con quell'aria frizzantina ma............posto d blocco . controllato documenti tutto ok : " Potete andare grazie e buona giornata"

Prevedere , sempre e comunque per evitare ogni imprevisto Arriviamo Alleth!!!!!!!!!!!!!!

Migliaia di chilometri di distanza tra lei , suo padre e sua madre , gli attimi che ha vissuto in quei preparativi sono stati intensi fatti di amore per il suo futuro marito Alessandro .

In quella casetta vicino al mare dove aprendo la finestra si respira l'odore del salmastro, si intrecciavano generazioni , mondi ,ideee ; uniti da una cosa chiamata " voglia " di condividere tutto 

La  nostra filosofia, scattare per narrare una storia.

Alessandro era sceso di casa e casualmente si è imbattuto in alcuni amici in bicicletta.I rapporti interpersonali sono importanti , visto che nelle grandi città alcune volte non conosciamo neanche il vicino di casa .E il nostro dovere come Fotografi , è quello di documentare questi avvenimenti .E poi ti accorgi che Lei ha una piccola accortezza nei confronti del Babbo ( come si dice in Toscana ) dello Sposo .

E' arrivato il momento , eccola , in una delle chiese più belle della città di Livorno la Chiesa di San Iacopo in Acquaviva.

Essere accompagnati all'altare dal proprio fratello, penso sia una delle cose più emozionati in assoluto .

Soprattutto se il fratello in questione è il sacerdote che celebrerà il matrimonio.

La giornata è stata piacevolmente riscaldata da un sole quasi estivo , cosa chiedere di più .

Usciti dalla chiesa gli sposi erano giustamente , semplicemente, unicamente emozionati.

il dado era tratto e camminavano a tre metri da terra , lui nella sua città natale , lei nella sua città adottiva, 

mano nella mano nella terrazza più bella di livorno " la terrazza Mascagni "si avvicinavano sempre di più ad un cammino sul solito binario .Il sole, il vento, componenti indispensabili per un Cabriolet che porta gli sposi in una location mozzafiato " Villa Margherita " , passando su tutto il lungomare , dagli scorci unici che riescono a levarti il fiato.

L' odore dei pini mescolato con quello del mare , rende ciò che si è presentato davanti a noi , unico e impagabile , cosa .......il mondo-

Contenitore di vite incredibili .Una giornata all'insegna della condivisione tra due popoli , quello italiano e quello filippino, fatto di sorrisi e voglia di divertirsi ; tutto questo ha reso questa giornata ancora più unica 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Andrea (lunedì, 15 maggio 2017 22:45)

    Belle foto